• In esclusiva nazionale Terry Riley in concerto a Napoli con il figlio Gyan Riley

    Prossimamente in Europa per tre tappe: Barcellona (Sónar festival) poi a Napoli per la prima volta, e infine Londra (Oval Space).


    In esclusiva nazionale nel settecentesco cortile di Casa Morra, Terry Riley si esibirà al pianoforte e synth con il figlio Gyan alla chitarra. Questo evento è ovviamente organizzato dalla Fondazione Morra, da sempre attenta a proporre in città le neo-avanguardie contemporanee, in collaborazione con la E-M ARTS.

    Un evento unico per la città partenopea, il grande artista di musica contemporanea che ha generato la musica minimalista “ripetitiva”, seguita da tanti altri musicisti minimalisti e da formazioni di musica popolare. Negli ultimi anni è in tour con il figlio Gyan alternando momenti musicali tipici del repertorio folk e jazz fino, ovviamente, a toccare momenti di avanguardia minimale.
    Nella suggestiva Casa Morra - Archivio d’Arte Contemporanea di Napoliun’occasione eccezionale per ascoltare e comprendere le intricate strutture sonore del duo Terry Riley e Gyan Riley i quali, diffondendo un'intensa e vibrante energia, ampliano la propria particolare comunicazione artistica in maniera neurotica e stimolante.
    Terry espande i confini della struttura prescelta e grazie agli 'incitamenti' di Gyan giungono in direzioni insolite verso maratone di creazione spontanee e ipnotiche. Questa forza sonora interagisce con l’ambiente spaziale e il vigore del pubblico, generando un'esperienza di grande impatto che agisce nella profondità dell'animo.
    Per Terry Riley la musica è un modo per collegarsi ad un potere forte, ancora indistinto. Gyan è un chitarrista virtuoso di formazione classica influenzato dalle strutture ritmiche del Nord Africa e della Spagna ed un esperto improvvisatore.

    Padre e figlio generano una performance di corrispondenze intuitive in cui si influenzano a vicenda in un flusso emozionale intenso e intimo. Le strutture armoniche generate dal pianoforte e dalla chitarra, guidate dal genio umano, creano profonde tessiture sonore che si compenetrano attraverso una reciproca capacità di improvvisazione.

    Per Terry e Gyan la materia sonora è un processo incessante proveniente dall'ignoto fatto di movimenti modulari e ritmi semplici che vanno intesi come una pulsazione universale costante.

    Il concerto si svolgerà il 27 Luglio 2018 presso il cortile di Casa Morra in Napoli, in via Salita San Raffaele 20/c; con inizio alle ore 21:00 e biglietto unico al prezzo di euro 18,00 + d.p.
  • Luglio in Jazz, Ivan Lins mercoledì 18 luglio ore 22 presso il Centro Commerciale Campania

    Musicista completo e grande autore, è famoso per i tanti Grammy Awards e Latin Grammy vinti durante la sua carriera. Autodidatta, cominciò a suonare il pianoforte a 18 anni e fu molto influenzato dalla musica ascoltata durante la sua infanzia negli Stati Uniti.

  • Luglio in Jazz, mercoledì 11 luglio ore 22, Vicente Amigo presso Centro Commerciale Campania

    Attualmente uno dei grandi maestri di chitarra flamenca, con la sua innata sensibilità riesce a rendere il suo tocco intimo e al tempo stesso ritmico. Vicente Amigo è riuscito a diffondere la propria musica grazie al produttore inglese Guy Fletcher, registrando a Londra con musicisti dei Dire Straits, Mark Knopfler, Capercaillie, realizzando un album eccezionale, coraggioso, in cui il flamenco si sposa in modo naturale ad altre radici musicali, aprendo nuove strade, muovendosi fra stili diversi, creando qualcosa di nuovo.

  • Paola Turci in concerto. Giovedì 21 giugno ore 22 presso il Centro Commerciale Campania

    Di ritorno dal successo del suo tour teatrale, Paola Turci arriva in Piazza Campania per esibirsi con i brani estratti dal suo ultimo album “Il Secondo Cuore”, disco di ritorno della cantautrice romana che ha conquistato pubblico e critica, anche grazie alla canzone portata dall’artista a Sanremo, la trascinante “Fatti bella per te”. 

  • Parte la quinta edizione del NaDir \ Napoli Direzione Opposta festival IV. A Napoli dal 18 al 22 luglio la cultura per il sociale

    Mancano poche ore al ritorno del NaDir \ Napoli Direzione Opposta Festival, il festival totalmente indipendente e autofinanziato che nasce dal bisogno di trovare e costruire forme innovative, e cooperative, per fare produzione culturale e musicale in maniera professionale, creare spazi di socialità e di confronto alternativi al divertimento usa-e-getta consumista, riscoprire luoghi della periferia abbandonati dalle istituzioni.

    Come ogni evento targato NaDir, il NaDir Festival ha come parola d'ordine la qualità e l'accessibilità, senza sacrificare, ma anzi valorizzando al massimo, il valore umano, tecnico e artistico delle persone coinvolte nell’organizzazione e nella partecipazione.

    NaDir Festival IV vede nuovamente coinvolti gli attivisti della rete di NDO \ Napoli Direzione Opposta e delle tante ed eterogenee realtà sociali che intervengono sui territori di Napoli e del quartiere di Soccavo. Si tratta del culmine di un anno di attività politica e sociale sui territori e al fianco dei loro abitanti e, contemporaneamente, di un anno di produzione artistica, musicale e culturale curata dal NaDir Collective all’interno dello Scugnizzo Liberato, uno dei sette spazi liberati riconosciuti come beni comuni della città di Napoli sito nel cuore del quartiere di Montesanto.

  • Ruggisce ancora la Ferrari in musica

    Da giovedì 10 maggio esce nelle radio il secondo singolo della raccolta intitolata “Amando la Ferrari Sognando Bruno Vespa” composta da 22 brani pubblicati dal cantautore milanese in oltre vent’anni di carriera.